NEWS slide

Dieci anni di Dedalus

Dieci anni di Dedalus

  Siamo lieti di rendervi partecipi che quest’anno corre...

Master in Psicologia Giuridica e Forense: NEW!

Master in Psicologia Giuridica e Forense: NEW!

    A settembre inizierà il nuovo Master in Psicologia...

Nuovo libro di Francesco Colacicco

Nuovo libro di Francesco Colacicco

  Il giocatore di scacchi- è uscito il nuovo libro di...

Corso sull'utilizzo della SCID-5PD

Corso sull'utilizzo della SCID-5PD

    Nei giorni 9 e 10 novembre 2018 si terrà presso il...

La Notte Stellata Rivista di Psicologia e Psicoterapia

La Notte Stellata Rivista di Psicologia e Psicoterapia

      Oggi diamo il via ad una nuova avventura.A 10...

Borse di studio anno accademico 2018/2019

Borse di studio anno accademico 2018/2019

      NUOVE BORSE DI STUDIO PER L'ANNO ACCADEMICO  ...

  • Dieci anni di Dedalus

    Dieci anni di Dedalus

    Lunedì, 23 Aprile 2018 20:15
  • Master in Psicologia Giuridica e Forense: NEW!

    Master in Psicologia Giuridica e Forense: NEW!

    Lunedì, 23 Aprile 2018 10:57
  • Nuovo libro di Francesco Colacicco

    Nuovo libro di Francesco Colacicco

    Mercoledì, 19 Luglio 2017 16:28
  • Corso sull'utilizzo della SCID-5PD

    Corso sull'utilizzo della SCID-5PD

    Mercoledì, 17 Maggio 2017 14:04
  • La Notte Stellata Rivista di Psicologia e Psicoterapia

    La Notte Stellata Rivista di Psicologia e Psicoterapia

    Domenica, 30 Aprile 2017 10:56
  • Borse di studio anno accademico 2018/2019

    Borse di studio anno accademico 2018/2019

    Mercoledì, 06 Aprile 2016 07:26

Nuovo libro di Francesco Colacicco

 

Il giocatore di scacchi- è uscito il nuovo libro di Francesco Colacicco

In stanza di terapia ”si gioca” su più piani con i pazienti, si va dall’utilizzo del gioco (dei giochi) in seduta alla scoperta del gioco familiare (al tipo di gioco che giocano i membri della famiglia), delle trame famigliari e della danza della coppia. Questo è l’esercizio che ho cercato di portare avanti in questo libro attraverso la terapia di un mio paziente: un buon giocatore di scacchi, professionale ed esperto. E’ il racconto di una terapia individuale condotta con un approccio relazionale ed interpersonale, tesa alla ricerca di una teoria che connettesse la messa in atto dei modi di fare problematici di Fabio al desiderio di prossimità psichica con le sue figure di attaccamento.
Il paziente è riuscito a bloccare i suoi modi di fare disfunzionali solo quando ha potuto rinunciare alle antiche lealtà con “la famiglia che si portava nella testa” e per raggiungere questo risultato c’è stato di grande aiuto il gioco degli scacchi, attraverso i continui riferimenti alle sue “partite relazionali”.
Da questa terapia e “rileggendo” le regole degli Scacchi ho tratto poi altre considerazioni, utili nel lavoro con le coppie e le famiglie e di cui parlo nell’ultimo capitolo.

Condividi

Questo sito utilizza cookie che ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information